Peugeot farà il suo debutto alla 6 Ore di Monza 2022 nel WEC come annunciato nella lista degli iscritti

La tanto attesa Peugeot 9X8 farà il suo debutto in gara a Monza per il quarto round del FIA World Endurance Championship 2022 il 10 luglio e si unirà al secondo parterre più grande nella storia della FIA WEC.

Paul di Resta e Loic Duval guideranno le squadre per il quarto round del FIA WEC rispettivamente iscritti con i numeri 93 e 94, con il resto della formazione dei piloti composta dalla squadra di Mikkel Jensen, Gustavo Menezes, James Rossiter e Jean-Eric Vergne, ancora da assegnare a specifiche vetture.

La 6 Ore di Monza si svolge un mese dopo la 24 Ore di Le Mans di giugno e, oltre l’entrata della Peugeot, la classe Hypercar rimane invariata con l’Alpine vincitrice a Sebring, che attualmente è davanti ai vincitori di Spa, la Toyota, e la Glickenhaus entra nella corsa al titolo prima della gara più importante a La Sarthe. Con la coppia di Peugeot, a Monza la classe sarà composta da sei vetture, con due Toyota, una Alpine e una Glickenhaus in azione.

In LMP2, la formazione di auto e piloti è la stessa di Spa, con un'unica eccezione: la Penske #5 che si ritirerà per il resto della stagione dopo Le Mans e non sarà quindi presente a Monza.

In LMGTE Pro e LMGTE Am è tutto come a Spa, con 5 auto (una coppia di Ferrari e Porche contro una sola Corvette) e nell’AM, ci sono 13 macchine, con 5 Ferrari e Porche contro 3 Aston Martin.

Monza è stata inserita nel calendario del WEC dall’anno scorso, ma in precedenza è stata protagonista di diverse serie di gare di durata. L'iconico luogo di gara, situato in uno dei parchi cittadini più grandi d'Europa, offre una vera e propria festa per i fan e i piloti. Prima di Monza, naturalmente, si svolgerà il Gioiello della Corona, la 24 Ore di Le Mans con punteggio doppio, e tutto potrebbe cambiare in classifica.

L'azione a Monza sarà con le prove libere di venerdì (8 luglio) pomeriggio, altre prove libere sabato (9 luglio), poi le qualifiche sabato sera e dopo la gara vera e propria che inizia alle 12.00 CET di domenica 10 luglio.
L'elenco completo degli iscritti alla 6 Ore di Monza è consultabile qui .


Redaelli: «Dati GP 2022 preannunciano edizione di formidabile successo»

Giuseppe Redaelli, Presidente di Autodromo Nazionale Monza: «Siamo orgogliosi che il Presidente della Federazione Italiana Tennis abbia scelto come riferimento il Gran Premio di Formula 1 di Monza: conferma che è un grandissimo evento sportivo seguito nei 5 Continenti. E siamo ancor più felici che in Italia anche altri eventi eguaglino e superino i nostri successi, perché elemento tangibile dell’eccellenza sportiva del nostro Paese e del ruolo, anche economico, dello sport italiano. Sport in solida ripresa, dopo due anni drammatici per il COVID, come testimoniano i dati per il GP di Formula 1 a Monza del 2022 che si terrà il prossimo settembre e che - evidenziamo - segnano già adesso, a quattro mesi dall’evento, un netto miglioramento anche rispetto al 2019 e preannunciano dunque un’edizione di formidabile successo, proprio nell’anno in cui si festeggia il centenario dell’Autodromo Nazionale Monza. Inoltre è opportuno ricordare che lo svolgimento del Gran Premio di Formula 1, come negli anni trascorsi, viene realizzato con le sole risorse di ACI, che notoriamente non riceve alcuna forma di sovvenzione pubblica, al netto di un contributo parziale garantito dalla Regione Lombardia».


Oltre 650 vetture storiche e youngtimer confermano il successo dell’ACI Storico Festival 2022 di Monza

Grande successo per la seconda edizione dell’ACI Storico Festival, che nella giornata di oggi è andato in scena nell’Autodromo Nazionale di Monza, dove sono accorse oltre 650 vetture tra storiche e youngtimer.

L’evento che porta la firma del Club ACI Storico ha vantato la preziosa collaborazione dell’Automobile Club Milano, del Registro Italiano Alfa Romeo e della Scuderia del Portello.

Oltre 360 le vetture del Biscione presenti in pista, con modelli di spicco come l’Alfa Romeo 33TT3 del 1971, l’Alfa Romeo F1 183T del 1983 e l’Alfa Romeo Tipo 33/2 Fleròn del 1967, appartenenti al Museo Dinamico Alfa Romeo storiche da competizione della Scuderia del Portello. Altrettanto importante il parterre di ospiti presenti, come Andrea de AdamichCarlo FacettiGiorgio Francia e Gianni Giudici, che hanno condiviso con i partecipanti le gloriose imprese del passato, ma con uno sguardo anche al futuro, visto l’arrivo nel paddock in anteprima mondiale della Tonale, con a bordo il CEO di Alfa Romeo Jean-Philippe Imparato. Una presenza quello marchio Alfa Romeo rafforzata dal RIAR, che ha destato l’interesse del pubblico grazie ad auto di rilievo come una Giulia TZ del 1964 e una Giulia Sprint GTA 1600 del 1965 ufficiale Autodelta vincitrice di svariati titoli in Italia e all’estero.

Numerosi i club ed i soci affiliati al Club ACI Storico accorsi in pista, tra cui sono figurati il Milano Historic Cars Club & Youngtimer Club Milano, il Mercedes-Benz 190 SL Club Italia e il Club Le Nonnette Ruggenti, che hanno partecipato ai vari track day ed alle parate che hanno colorato sia il tracciato nella conformazione utilizzata in occasione del Gran Premio di Formula 1, sia quello storico dove figura l’affascinate curva sopraelevata dell’anello di velocità.

Da evidenziare anche i momenti di condivisione che hanno intrattenuto il pubblico grazie alla partnership con la redazione di Ruoteclassiche e Youngtimer, che ha condotto un interessante talk “Come iniziare a collezionare youngtimer”, oltre al raduno in cui si è svolto lo Youngtimer Show – Buy&Drive, che ha permesso agli ospiti di non fermarsi semplicemente ad ammirare le vetture, ma di poter avviare e concludere una vera e propria compra-vendita.

La giornata si è conclusa con le premiazioni celebrate sul podio di Monza, dove sono saliti i possessori di vetture affascinanti come: una Lotus 11 del 1968, una Mercedes C36 del 1994, una Mercedes 230S del 1965 e la Giulia GTA del 1964 ex Ignazio Giunti.

“Siamo particolarmente soddisfatti di questa edizione dell’ACI Storico Festival, in cui i protagonisti assoluti sono stati sia i soci di ACI Storico, sia i tanti appassionati di auto d’epoca accorsi oggi sul tracciato di Monza - ha dichiarato il Presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani - Una manifestazione quella appena conclusa con numeri da record, a testimonianza della costante crescita del Club ACI Storico, ma anche dell’attenzione che il motorismo storico sta riscontrando da parte del grande pubblico. Un grazie particolare è rivolto alla Scuderia del Portello, al RIAR e all’Automobile Club Milano per la perfetta riuscita dell’evento, oltre alla preziosa collaborazione con Ruoteclassiche e Youngtimer e all’ospitalità dell’Autodromo Nazionale Monza”.


ELMS tornerà a Monza nel 2022

Con una modifica al calendario 2022, il terzo appuntamento della European Le Mans Series si terrà domenica 3 luglio in Italia all'Autodromo Nazionale Monza. Il Tempio della Velocità sostituirà così l'evento in programma all'Hungaroring in Ungheria nella stessa data.

La European Le Mans Series è tornata a Monza nel 2017 e il circuito, da allora, ha sempre ospitato un round del campionato all’anno. Lo spostamento comporta quindi due round in Italia, con la 4 Ore di Imola il 15 maggio. Le due gare italiane precederanno e seguiranno la 24 Ore di Le Mans del 2022, che avrà luogo l’11/12 giugno.

Frederic Lequien, CEO di Le Mans Endurance Management, commenta: "Siamo rammaricati che l’ELMS non sarà in grado di correre in Ungheria a luglio ma a causa dei regolamenti e delle restrizioni locali, la Direzione dell'Hungaroring non è stata in grado di soddisfare le condizioni del contratto.
Grazie alla sua storicità e al dinamismo del tracciato, Monza è sicuramente apprezzata dalla maggior parte dei concorrenti nel paddock dell’ELMS e ci ha regalato alcune delle più belle gare dal ritorno della serie nel 2017. Vorrei ringraziare tutto il team di Monza per la preziosa collaborazione e per aver consentito alla serie di disputare il terzo round della stagione 2022 questa estate".

Alessandra Zinno, Direttore Generale di Autodromo Nazionale Monza: “Siamo molto soddisfatti che la European Le Mans Series abbia voluto tornare a Monza anche quest'anno per consolidare un appuntamento che sta diventando una tradizione del nostro calendario. Il vero risultato è che il Tempio della Velocità diventerà per un paio di settimane la Casa dell’Endurance grazie a ELMS e WEC, presenti in due weekend consecutivi a luglio. Rispetto al 2021, quando solo mille spettatori hanno potuto assistere dal vivo alle battaglie sportive, cercheremo di riempire le tribune e rendere i due fine settimana uno spettacolo dentro e fuori la pista. Grazie alla 4 Ore di Monza, la stagione del centenario si arricchisce di un altro importante appuntamento che gli appassionati di motorsport certamente apprezzeranno”.


Il Corriere della Sera visita i sotterranei dell'Autodromo Nazionale Monza

Il Corriere della Sera ha visitato i sotterranei dell'Autodromo Nazionale Monza: centinaia di metri di gallerie, linee elettriche, celle frigorifere, depositi e archivi pieni di cimeli unici. Ne è nato un articolo a firma di Rosella Redaelli comparso oggi, sabato 12 febbraio, sul dorso milanese del quotidiano di via Solferino, corredato dalle foto di Fabrizio Radaelli. Leggi tutto l'articolo a questo link.


Giuseppe Redaelli

Giuseppe Redaelli nominato Presidente della International Historic Commission

Giuseppe Redaelli (Presidente AC Varese e Autodromo Nazionale Monza SIAS S.p.A.) e Monica Mailander (Presidente Fondazione Gino Macaluso) sono stati nominati, rispettivamente, Presidente della “CHI” (International Historic Commission), la Commissione mondiale di FIA (Fédération Internationale de l'Automobile) che si occupa di Auto Storiche, e componente del Senato FIA.

Due personalità di prestigio, le cui nomine ai vertici FIA sottolineano, ancora una volta, il rilievo internazionale dell’Automobile Club d’Italia in materia di motorismo storico, sin dal 1934, quando l’ACI fu tra i soci fondatori e sostenitori del Museo dell’Auto di Torino.

CHI: la Commissione Storica Internazionale

Composta da 30 membri, in rappresentanza di tutti i Club storici affiliati alla FIA, la Commissione Storica Internazionale promuove conservazione e godimento dei veicoli storici, i cui esemplari più antichi sono importanti testimoni sia della seconda rivoluzione industriale che del boom economico.

La CHI – che lavora in stretta collaborazione con la FIVA (Fédération Internationale de Véhicules Anciens) - studia legislazione e problematiche relative ai veicoli storici, confrontandosi a livello mondiale con i Club nazionali, per assicurare che i legislatori sostengano legislazioni compatibili con la manutenzione e l'uso responsabile dei veicoli storici. Particolare attenzione viene posta a registrazione, tassazione, manutenzione, sicurezza stradale, inquinamento e zone a basse emissioni, oltre al ruolo delle auto storiche nel patrimonio culturale collettivo.

Il Senato della FIA

In quanto organo superiore della FIA, il Senato – composto da 16 membri - dibatte quelle questioni relative alla gestione e alla politica generale FIA che non possono essere coperte da uno dei Consigli mondiali. Le sue principali responsabilità sono, quindi, finanziarie.

Sotto il consiglio del Comitato di Controllo, il Senato chiude i conti, prepara i bilanci del Consiglio Mondiale e gestisce il bilancio consolidato. Nell'ambito di questo mandato, esso è anche responsabile delle questioni commerciali che possono venire all'attenzione della FIA.

 

 


Le vetture del Time Attack Italia ritornano a Monza

Due eventi all’Autodromo Nazionale Monza nel weekend del 9 e 10 ottobre 2021: Time Attack Italia e Santiago in rosa Cycling Marathon.

Le vetture del Time Attack Italia tornano domenica 10 ottobre all’Autodromo Nazionale Monza per la penultima tappa del campionato. Il Tempio della Velocità accoglierà centotrenta iscritti tra le categorie Extreme, Pro, Street e Limited, insieme alla serie GT3isti Challenge. Il pubblico potrà accedere al circuito gratuitamente, pagando solo il parcheggio interno. L’evento di domenica inizierà alle 9 del mattino e si concluderà alle 18.30 con l’ultimo turno di pista e le premiazioni dei vincitori.

Le auto in sfida del Time Attack Italia

La ormai collaudata formula del Time Attack Italia prevede una doppia sfida che assegnerà punteggio valido per il campionato: la prima prenderà in considerazione il miglior tempo ottenuto da ciascun pilota nell’arco dei primi due turni a propria disposizione, andando quindi a comporre l’ordine di ingresso in pista del veloce Superlap che determinerà la graduatoria di gara-2. Saranno invece tre i turni a disposizione dei concorrenti delle classi Limited, con classifica scaturita dalla somma dei due migliori crono.

La classifica assoluta vede sfidarsi per la vetta le due Mitsubishi Lancer Evo X di Serse Zeli e Olivia Merlini e la Lotus Exige V6 Cup R condotta da Andrea Gazzetti.

Sempre nella sfida per i primi posti, nelle tre classi Extreme, tra le vetture turbo e aspirate, scenderanno in pista BMW Z4 GT3, Lamborghini Huracan Super Trofeo e Ferrari 458 Challenge.

Le cinque categorie Pro contano, tra gli iscritti che ambiscono alla vittoria di classe, Honda Civic, Citroen Saxo, Mini Cooper r35, Fiat Coupé, Mazda MX5, Ginetta G55, Clio RS Turbo, BMW M3, Peugeot 207 RC e Seat Ibiza.

Completano il parterre le classi Street di vetture stradali con gomma semislick come BMW M2, Mitsubishi Lancer Evo, Chevrolet Corvette, e le Limited con auto stradali quali Volkswagen Golf, Audi TT, Mazda MX5, Fiat 500 Abarth, Toyota Yaris GR e Alfa Romeo 4C.

Il pubblico potrà entrare all’Autodromo Nazionale Monza domenica per seguire le sfide in pista. L’ingresso è gratuito previa prenotazione online del posto a sedere tramite il sito www.monzanet.it. Il parcheggio interno è a pagamento al costo di 15 euro per ciascuna auto e di 5 euro per ogni moto. Gli appassionati potranno seguire le attività di pista dalla tribuna laterale destra che si affaccia sul rettifilo di partenza. I diversamente abili avranno a disposizione un’area dedicata di facile accesso per tutta la giornata nel building hospitality sopra la pitlane. Saranno aperti i servizi di ristoro, lo shopping village del circuito dove è possibile acquistare il merchandising ufficiale del Tempio della Velocità e il Monza Circuit Karting, la divertente pista di kart adatta ad adulti e bambini all’interno della curva Alboreto.

Guarda il calendario completo degli eventi

Santiago in rosa Cycling Marathon – Primo trofeo Sauber

Sabato dalle 20 alle 23 farà invece il suo debutto sulla pista dell’Autodromo Nazionale Monza la gara ciclistica “Santiago in rosa Cycling Marathon – primo Trofeo Sauber” organizzata dall’associazione Cancro Primo Aiuto. L’evento giunto alla sua undicesima edizione è riservato alle categorie amatoriali della Federazione Ciclistica Italiana con team femminili, maschili e misti. Sono circa 160 i ciclisti che sfideranno il Tempio della Velocità in una gara di tre ore, divisi in 40 squadre. Verranno premiate le tre squadre di ogni categoria che avranno percorso più chilometri allo scadere del tempo. La manifestazione, con il patrocinio del Comune di Monza e il patronato di Regione Lombardia, vedrà la partecipazione straordinaria delle conduttrici Stefania Andriola e Justine Mattera e delle atlete Alessandra Fior e Sabrina Schillaci. I contributi raccolti dagli sponsor sosterranno il Progetto Parrucche di Cancro Primo Aiuto che ha permesso di donare gratuitamente a circa 20mila donne malate di cancro una parrucca. (d.c.)

Scopri tutti i tour dell’Autodromo Nazionale Monza